Cos'è - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 

Guida ai Servizi

 
Condividi
 

Cos'è

I Centri di Educazione Ambientale “Civiltà palustre e Podere Pantaleone ” e il CEA “Casa Monti ” rispondendo alle linee strategiche dettate dalla Legge Regionale 27 del 2009 nonché a quelle degli Assessorati all’Ambiente e dell’Istruzione dell’Unione dei Comuni, hanno ottenuto l’accreditamento a diventare “CEAS Intercomunale Bassa Romagna” ovvero Centro di Educazione alla Sostenibilità dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna , a seguito alla partecipazione al bando regionale del proprio progetto di riorganizzazione e di funzioni deliberato dalla Giunta dell’Unione.

Il nuovo “CEAS” risponde a tutti i criteri di legge ovvero "personale qualificato, esperienze specifiche maturate nel campo della sostenibilità e quattro sedi operative idonee " – la sede operativa di Casa Monti ad Alfonsine, la sede operativa “Civiltà Palustre” a Villanova di Bagnacavallo, la sede operativa “Podere Pantaleone” e la sede centrale a Lugo presso il Servizio Ambiente dell'Unione - che oltre ad accogliere studenti e cittadini per manifestazioni ed eventi formativi sono dotati di una biblioteca tematica e di spazi per laboratori già attivi. Tutto è pronto per lavorare con i diversi soggetti del territorio sui temi dello sviluppo sostenibile.

L'atto della Regione Emilia Romagna (n. 10357 del 3 agosto 2012) ha valutato le candidature e approvato l’elenco dei nuovi Centri di educazione alla sostenibilità dell’Emilia-Romagna (CEAS) tra cui figura a pieno titolo il CEAS “Bassa Romagna” .

Il CEAS accreditato, unico per tutta l’Unione, utilizzerà a breve protocolli d’intesa per integrazioni e sinergie tra enti, associazioni, istituzioni scolastiche e aziende che operano nel campo della sostenibilità.

Il CEAS intercomunale “Bassa Romagna” trae le sue fondamenta dai già esistenti CEA “Civiltà palustre e Podere Pantaleone” presente nel Comune di Bagnacavallo e il CEA “Casa Monti” nel Comune di Alfonsine che da quindici anni svolgono attività di formazione, ricerca, documentazione e educazione sui temi della sostenibilità .

 

Alcune azioni sui temi dello spreco e dell'energia sono già partite: insieme alle scuole e ai ragazzi è stata messa a punto la “Rete delle Consulte dei ragazzi ” attive nei Comuni dell'Unione e il coordinamento delle 9 amministrazioni sull'iniziativa che ogni anno si svolge a fine maggio “La città sostenibile dei ragazzi” per celebrare degnamente “Un anno contro lo spreco” e l'”Energy Education Day” 2013, giornata regionale dedicata al Patto dei Sindaci.

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome