Autorizzazioni allo Scarico domestiche in Acque superficiali - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Skip to main content
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Ambiente e Verde » Procedimenti » Autorizzazioni allo Scarico domestiche in Acque superficiali  

Guida ai Servizi

 

Autorizzazioni allo Scarico domestiche in Acque superficiali

DESCRIZIONE

I titolari di scarichi di acque reflue domestiche (acque provenienti dai servizi igienici e dalle attività domestiche) recapitanti in corso d’acqua superficiale (fossi, canali o scaricate in subirrigazione) possono presentare domanda per autorizzazione a scaricare le acque nel sottosuolo se non fosse possibile il collegamento alla fognatura pubblica.

I reflui domestici, in pubblica fognatura, sono sempre ammessi ai sensi del Vigente Regolamento Comunale degli scarichi.

Per le piccole e medie imprese, ai sensi dell'entrata in vigore  del D.P.R. n. 59 del 13-03-2013, dovrà essere presentata al Suap dell'Unione,  istanza di AUA, per tutte le tipologie di scarico, soggette ad autorizzazione.
Vai alla procedura di AUA (Autorizzazione Unica Ambientale)

 

MODALITA' DI RICHIESTA

La richiesta di autorizzazione va presentata utilizzando apposito modulo denominato "domanda di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche non in rete fognaria pubblica"

 

PRESENTAZIONE ISTANZA

L'istanza va presentata digitalmente inviando all'indirizzo PEC del protocollo dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna   pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it 

La domanda deve essere firmata in originale dal titolare dello scarico in assenza di procura speciale al tecnico incaricato. Diversamente deve essere firmata digitalmente dal tecnico incaricato. Al modello precompilato dovranno essere allegati i seguenti elaborati:

-copia completa di un documento di identità valido del dichiarante, in applicazione del DPR 445/2000 art. 38;
- incarico per la sottoscrizione digitale e la presentazione telematica allo sportello unico edilizia ai sensi dell’art. 19 L.241/1990 e art. 3 comma 1 punto c del D.P.R. 160/2010;
- modulo compilato di assolvimento Marca da Bollo;
- planimetria della rete fognaria (in scala non superiore 1:200) riportante schema di flusso, pianta e sezione dell’impianto di depurazione, con legenda esplicativa delle parti che lo compongono (rete fognaria bianca, rete fognaria nera, i sistemi di trattamento adottati, l’individuazione del pozzetto
ufficiale di prelevamento) e relative dimensioni, dai punti di origine fino al ricettore finale, firmata dal titolare dello scarico e dal tecnico abilitato ;
- pianta del fabbricato, con destinazione di ogni singolo vano firmata dal titolare dello scarico e dal tecnico abilitato;
- inquadramento cartografico: mappa catastale, CTR, PSC;
- copia di schede tecniche dei manufatti della linea di depurazione delle acque nere
- autodichiarazione attestante il diritto allo scarico nel caso in cui lo stesso avvenga in corso d ’acqua interpoderale;
- relazione geologica redatta ai sensi dell’Allegato 5 della Delibera Comitato Interministeriale del 04.02.77 nel caso in cui lo scarico avvenga con sistema di sub- irrigazione;
- copia di concessione rilasciata dalla Provincia di Ravenna per lo scarico delle acque ed eventuali relativi manufatti nel caso in cui il ricettore sia un fosso corrente su strada provinciale fuori dal centro abitato

 

COSTO

Due marche da bollo da € 16,00, una per la domanda ed una per l'autorizzazione
Versamento dei Diritti di Segreteria pari a € 50,00.

SCADENZA

L'autorizzazione ha una validità di 4 anni, dopodiché si considera tacitamente rinnovata a meno che non intervengano modifiche quali-quantitative allo scarico, oppure l’insediamento  sia di consistenza superiore a mono-bifamiliare.

Nel caso intervengano modifiche quali-quantitative allo scarico sarà necessario richiedere una nuova autorizzazione allo scarico tramite la procedura sopra descritta.

ALTRI ENTI COINVOLTI

Comune di Residenza
Provincia di Ravenna
Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale - Piazza Savonarola 5 - Lugo

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

D.lgs n. 152 del 03/04/2006 (TUA))

Delibera Giunta Regionale n. 1053 del 09/06/03 (Direttiva concernente indirizzi per l’applicazione del D.Lgs 11.05.1999 n.152, come modificato dal D.Lgs 18.08.2000 n.258 recante disposizioni in materia di tutela delle acque dall’inquinamento).
elibera Interministeriale 04.02.77 Allegato 5.
Linee guida ARPAE ed.2004, scaricabili all’indirizzo:   https://www.arpae.it/cms3/documenti/_cerca_doc/acqua/ra/ra_sintesinormativascaricoreflue.pdf

 

PER INFORMAZIONI

Dott.ssa Laura Cantagalli 0545-38361
cantagallil@unione.labassaromagna.it  

 

 
MODULISTICA:
Istanza (347kB - PDF)
Attestazione Bollo (389kB - PDF)
PROCURA AMBIENTE (70kB - PDF)

 

 

 

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome