Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Edilizia » Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio  

Guida ai Servizi

 

Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio

Si comunica il calendario delle sedute della Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio (CQAP) dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna previste per tutto l'anno 2017

Le date riportate nel calendario costituiscono un riferimento che si cercherà di rispettare il più possibile; eventuali spostamenti delle sedute saranno comunicati puntualmente e comunque saranno solamente posticipati e non anticipati, per consentire ai tecnici di presentare comunque le pratiche in tempo utile per l'ammissione alla CQAP.In CQAP verranno esaminate le domande di autorizzazione paesaggistica e gli interventi che comportano il deposito di una SCIA o la richiesta di Permesso di Costruire relativi agli edifici di valore storico-architettonico, culturale e testimoniale individuati dal RUE, ad esclusione di quelli tutelati dalla Soprintendenza, oppure relativi a piani urbanistici, presentati con gli elaborati completi ed esaustivi  tassativamente allo sportello di Lugo entro le date sotto indicate.

Date CQAP per l'anno 2017:  

9 febbraio (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 7 febbraio)
21 marzo   (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 17 marzo)
2 maggio (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 26 aprile)
13 giugno   (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 9 giugno)
25 luglio  (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 21 luglio)
5 settembre (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 1 settembre)
17 ottobre (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 13 ottobre)
24 novembre (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 17 novembre)
19 dicembre (per le pratiche presentate a  Lugo entro il giorno 12 dicembre)

AL FINE DI UNA PIU' VELOCE INDIVIDUAZIONE DELLE PRATICHE SOGGETTE A PARERE CQAP SI CONSIGLIA DI EVIDENZIARE NELL'INVIO DELLA PEC LA NECESSITA' E URGENZA DELL'ACQUISIZIONE DEL SUDDETTO PARERE.

 

  • Verbale CQAP 20 ottobre 2017 (579kB - PDF)

     

    INTERVENTI SOGGETTI A PARERE DELLA COMMISSIONE PER LA QUALITÀ ARCHITETTONICA ED IL PAESAGGIO   

    Ai sensi dell'art. 6 comma 2 della L.R. 15/2013 e s.m.i. e dell'art. 30 comma 1 della L.R. 23/2004 e s.m.i. sono sottoposti all'acquisizione del parere della Commissione per la Qualità Architettonica e del Paesaggio (CQAP):

    • i provvedimenti comunali in materia di beni paesaggistici, ad esclusione delle autorizzazioni paesaggistiche semplificate di cui all'art. 146 comma 9 D.Lgs 42/2004,
    • gli interventi edilizi sottoposti a CILA, SCIA (^)  e permesso di costruire negli edifici di valore storico-architettonico, culturale e testimoniale individuati dagli strumenti urbanistici comunali, ai sensi dell'articolo A-9, commi 1 e 2, dell'Allegato della L.R. 20/2000, ad esclusione degli interventi negli immobili compresi negli elenchi di cui alla parte seconda del D.Lgs 42/2004; (*)
    • l'approvazione degli strumenti urbanistici, qualora l'acquisizione del parere sia previsto dal regolamento edilizio;
    • nel caso di sanatorie (°)  è acquisito il parere, obbligatorio e non vincolante, della CQAP qualora l'opera sia realizzata:
      - su immobili di interesse storico architettonico, vincolati in base alle previsioni degli strumenti urbanistici comunali,
      - all'interno della zona omogenea A ovvero, nei comuni provvisti dei piani elaborati ai sensi della L.R. 20/2000, del centro storico o degli insediamenti storici;
      - in aree soggette a vincolo paesaggistico o ambientale, stabilito dalla legge statale o regionale o dalle prescrizioni di piano regolatore, qualora il Comune stesso sia l'amministrazione preposta alla tutela del vincolo.

     

    (*)  - Come già chiarito nelle FAQ si considerano edifici di valore storico-architettonico, culturale e testimoniale individuati dagli strumenti urbanistici comunali, ai sensi dell'articolo A-9, commi 1 e 2, dell'Allegato della L.R. 20/2000 quelli con categoria di tutela “A”, “B” e “C”, escludendo perciò i “D” dalla valutazione della CQAP nei casi di nuovi interventi.

    (°)  - Considerato che l'art. 30 comma 1 della L.R. 23/2004 chiede di acquisire il parere per le sanatorie, si escludono le regolarizzazioni (Art. 17 Bis) da tale obbligo.

    (^) - Le SCIA di varianti in corso d'opera di cui all'art. 22 della L.R. 15/2013 sono di norma  sottoposte all'acquisizione del parere della CQAP : eventuali SCIA di varianti non essenziali che non modifichino gli aspetti architettonici e gli elementi morfologici e di finitura rispetto a quanto previsto dal titolo abilitativo originario (già sottoposto a parere CQAP) possono essere esentate da tale procedura.

     

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome