RES-Reddito di solidarietà regionale - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Sociale » Sostegno economico » Per tutti » RES-Reddito di solidarietà regionale  

Guida ai Servizi

 

RES-Reddito di solidarietà regionale

DESCRIZIONE

Il RES (Reddito di Solidarietà) consiste in un sostegno economico, erogato nell’ambito di un progetto di attivazione sociale e di inserimento lavorativo concordato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà del richiedente e del relativo nucleo familiare.
Il RES è stato introdotto dalla Legge Regionale n. 24 del 19 dicembre 2016 “Misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito” e si integra con le misure di contrasto alla povertà attive a livello nazionale, in particolare con il SIA (Sostegno per l’inclusione Attiva).
 

BENEFICIARI

Tutti i nuclei familiari (anche unipersonali), in cui almeno il o un componente presenti i seguenti requisiti:

- Residenza continuativa in Italia, ovvero in Emilia-Romagna, da almeno 2 anni;

- Cittadinanza Italiana (o d’altro Stato appartenente all’Unione Europea);

- Cittadinanza di Paese non appartenente all’Unione Europea in possesso di regolare permesso di soggiorno.

REQUISITI ECONOMICI DI ACCESSO

- valore attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ordinario o corrente o specifico per minorenni  (in caso di presenza di un minorenne nel nucleo),  calcolati ai sensi del DPCM n. 159/2013 così come modificato dall'art. 2 sexies del DL n. 42/2016, poi convertito con modificazioni dalla Legge n. 89/2016, ed in corso di validità, non superiore ad  € 3 .000;

- nel caso di godimento da parte dei componenti il nucleo familiare di trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria, assistenziale concessi, a qualunque titolo, dallo Stato o da altre amministrazioni pubbliche, il valore complessivo totale di tali trattamenti mensili deve essere inferiore ad € 600;

 

BENEFICI CONCESSI

La concessione del beneficio economico è subordinato all'adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa che coinvolge tutto il nucleo e proposto dal Servizio Sociale. L'ammontare del beneficio varia in base alla composizione del nucleo familiare e potrà andare da un minimo di € 80 (per 1 componente) ad un massimo di € 400 mensili (per 5 o più componenti)

Dall’ammontare del beneficio sono dedotte eventuali somme erogate ai titolari di altre misure di sostegno al reddito: es. Carta acquisti ordinaria, bonus bebè, assegno nucleo familiare (in questo ultimo caso il beneficio sarà ridotto a prescindere dall’effettiva richiesta dell’assegno), ecc..

Il beneficio sarà concesso per un massimo di 12 mesi superati i quali, il sostegno potrà essere nuovamente richiesto trascorsi almeno 6 mesi dall'ultimo beneficio percepito (RES o SIA).

Il RES è incompatibile con il SIA, pertanto chi già sta usufruendo del SIA non può presentare domanda per il RES.

N.B. Sono esclusi dall'accesso i nuclei familiari che siano stati destinatari di provvedimenti di decadenza dalla misura medesima (RES) o dal SIA, ai sensi della vigente normativa in materia di rilascio di dichiarazioni mendaci e uso di atti falsi, nei diciotto mesi antecedenti la presentazione della domanda.

 

MODALITA' PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda deve essere presentata presso lo Sportello Sociale Educativo del Comune di residenza previo appuntamento.

La domanda sarà quindi sottoposta alle prime verifiche (requisiti di residenza e cittadinanza) e quindi in caso di esito positivo viene inserita sul sistema informatico messo a disposizione della Regione, che sottoporrà la domanda ad ulteriori e definitive verifiche sulla base dei requisiti economici di accesso previsti.
In caso di esito positivo, il Servizio Sociale contatterà il richiedente anche per definire il progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa del nucleo che dovrà poi essere sottoscritto dal richiedente.

Per ogni nucleo familiare potrà essere presentata una sola domanda.

N.B. Se un nucleo beneficiario al momento della domanda presenta tutti i requisiti per accedere al SIA, la domanda sarà automaticamente finanziata dai fondi per il SIA.

Il progetto personalizzato sarà periodicamente sottoposto a controllo da parte del Servizio Sociale: il mancato rispetto degli impegni sottoscritti nel progetto personalizzato potrà comportare la revoca del beneficio.

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE

- Documento di identità valido del richiedente:

- Codice Fiscale;

- (solo per extracomunitari): documento di soggiorno valido. 

 

 

DOVE RIVOLGERSI

Sedi Sportelli Sociali

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

DM 16 marzo 2017

Decreto del Presidente della Regione del 5/04/2017 

L.R. n. 24 del 19/12/2016

DM 26 maggio 2016

 

TIPO DI PROCEDIMENTO

Complesso

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome