IMU e TASI 2019 - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Skip to main content
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Tributi e Entrate » TASI e IMU » IMU e TASI 2019  

Guida ai Servizi

 

IMU e TASI 2019

PER TUTTI I NOVE COMUNI DELL'UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA LE ALIQUOTE E LE DETRAZIONI APPLICABILI NEL 2019 SONO INVARIATE RISPETTO ALL'ANNO 2018.

 

LE NOTE INFORMATIVE IMU-TASI PER L’ANNO DI IMPOSTA 2019 SONO DISPONIBILI ALL’INTERNO DELLE CARTELLE RELATIVE A CIASCUN COMUNE IN CALCE A QUESTA PAGINA.

 

 

È POSSIBILE PROCEDERE AL CALCOLO ONLINE E ALLA STAMPA DEL MODELLO F24 DA UTILIZZARE PER IL PAGAMENTO A QUESTO LINK https://www.amministrazionicomunali.it/imutasi/calcolo_imu_tasi.php , COMPILANDO I DATI RELATIVI AL COMUNE DI RIFERIMENTO, SCEGLIENDO IL TIPO DI TRIBUTO (IMU O TASI O ENTRAMBI) E INSERENDO LE ALIQUOTE RIPORTATE NELLE NOTE INFORMATIVE IMU-TASI 2019.

 

 

ENTRO IL 1° LUGLIO 2019 È POSSIBILE REGOLARIZZARE EVENTUALI PARZIALI/OMESSI VERSAMENTI IMU/TASI RELATIVI ALL’ANNO DI IMPOSTA 2018 CON RAVVEDIMENTO OPEROSO, APPLICANDO LA SANZIONE RIDOTTA E GLI INTERESSI LEGALI CALCOLATI A GIORNI. PER TUTTE LE INFORMAZIONI CONSULTARE LA PAGINA 6 DELLE NOTE INFORMATIVE IMU-TASI 2019 RELATIVE A CIASCUN COMUNE. IL CALCOLO ONLINE, CON STAMPA DEL RELATIVO MODELLO F24 COMPILATO, PUÒ ESSERE EFFETTUATO ACCEDENDO AL SEGUENTE LINK https://www.amministrazionicomunali.it/ravvedimento/calcolo_ravvedimento.php

 

 

SCADENZE IMU E TASI 2019: ACCONTO 17 GIUGNO 2019 – SALDO 16 DICEMBRE 2019

L’ufficio presso la sede di Lugo è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e il martedì pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 17:00. Nei mesi di luglio e agosto l'ufficio sarà aperto solo al mattino (telefono: 0545/38575, e-mail: servizioentrate@unione.labassaromagna.it)

 

 

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

L’IMU e la TASI SONO A CARICO DEL PROPRIETARIO O DEL TITOLARE DEL DIRITTO DI USUFRUTTO, USO O ABITAZIONE, DEL SUPERFICIARIO, DELL’ENFITEUTA, DEL LOCATARIO FINANZIARIO, per l'anno solare in rapporto alla quota di possesso o di diritto e ai mesi di possesso.

 

IL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)   è dovuto SOLO  PER I FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE  di cui all'art. 13 – comma 8 – del D.L. n. 201/2011 convertito con modificazioni dalla Legge n. 214/2011 e successive modificazioni (esclusi dal pagamento dell'IMU), con aliquota dell’ 1‰ INVARIATA RISPETTO ALL’ANNO 2018. Nel caso in cui il fabbricato assoggettato a TASI sia occupato da soggetto diverso dal titolare del diritto di proprietà o del diritto reale sullo stesso, una quota pari al 10% dell'ammontare complessivo del tributo è a carico dell'occupante.

 

L’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)  grava sui FABBRICATI, le AREE FABBRICABILI ed i TERRENI AGRICOLI , analogamente alla previgente ICI, e sulle ABITAZIONI PRINCIPALI DI CATEGORIA CATASTALE A/1, A/8 E A/9 E RELATIVE PERTINENZE .

 

Anche per l’anno 2019 restano valide le seguenti novità introdotte a partire dal 1° gennaio 2016 in materia di fiscalità locale dalla legge 28 dicembre 2015 n. 208:

  •  ESENZIONE DALL’IMU  per i terreni agricoli posseduti e condotti direttamente  dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola. Rimangono invece soggetti al pagamento tutti quei terreni che non sono coltivati direttamente (ad esempio dati in affitto). Ai fini dell’applicazione delle agevolazioni/esenzioni, SI RAMMENTA L’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE IMU, qualora la stessa non sia già stata presentata per gli anni precedenti, E L’OBBLIGO DICHIARATIVO PER TUTTE LE VARIAZIONI SUCCESSIVE ALL’ULTIMA DICHIARAZIONE PRESENTATA .
  •  RIDUZIONE DELL’IMU al 75%  (ovvero sconto del 25%) per gli immobili locati a canone concordato  di cui alla L. 9/12/1998 N. 431 (consultare la nota informativa per le informazioni, gli adempimenti, la modulistica e l'aliquota da applicarsi). Si rammenta che il D.M. 16 gennaio 2017 ha introdotto delle novità nella disciplina dei contratti concordati, per il cui dettaglio si rimanda alle note informative IMU-TASI 2018 disponibili nelle cartelle di ciascun Comune a questo link http://www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi/Tributi-e-Entrate/TASI-e-IMU/IMU-e-TASI-2018  . Le copie dei nuovi accordi territoriali depositati nei Comuni dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna nel mese di gennaio 2018 sono disponibili al seguente link http://www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi/Sociale/Casa/Accordi-territoriali-per-la-locazione-a-canone-concordato
  •  RIDUZIONE DELLA BASE IMPONIBILE IMU AL 50% per le abitazioni (con estensione alle relative pertinenze) concesse in comodato gratuito,  purché siano rispettate le seguenti condizioni:

a) il comodato deve essere tra parenti in linea retta di primo grado (genitori  – figli  );

b) l'immobile oggetto del comodato NON  deve essere di categoria catastale A/1,A/8 e A/9;

c) il contratto di comodato (verbale o scritto) deve essere regolarmente registrato;

d) il comodante deve risiedere nello stesso Comune del comodatario (genitori e figli devono risiedere nello stesso Comune  );

e) il comodante deve possedere un solo immobile ad uso abitativo in Italia. Il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante possieda nello stesso Comune, oltre all'abitazione concessa in comodato, un altro immobile ad uso abitativo (non di categoria A/1, A/8 e A/9) adibito a propria abitazione principale;

f) il comodante deve dichiarare nel modello di dichiarazione IMU 2019 (da presentarsi entro il 30 giugno 2020) il possesso di tutti i requisiti sopra indicati.

Ai fini della riduzione della base imponibile IMU al 50% deve essere  presentata al Settore Entrate Comunali, ENTRO IL TERMINE DI PAGAMENTO DEL SALDO 2019 (16 DICEMBRE 2019) , l’autocertificazione  compilata sull’apposito modello predisposto dall’ufficio (per i dettagli e la modulistica si rimanda alla nota informativa IMU-TASI 2019 del Comune di riferimento, disponibile all’interno delle cartelle di ciascun Comune in calce a questa pagina).

 

 

IMU 2019 – AREE FABBRICABILI

 

Per le AREE FABBRICABILI la base imponibile dell’IMU è costituita dal valore venale in comune commercio alla data del 1° gennaio 2019. I valori di riferimento delle aree fabbricabili ai fini dell’attività di controllo e accertamento per l’anno 2019 sono invariati rispetto a quelli deliberati per tutti i Comuni dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna nell’anno 2017  (tutta la documentazione è disponibile al link “Aree fabbricabili” all’interno delle cartelle di ciascun Comune in calce a questa pagina).

ATTENZIONE: a seguito di modifiche apportate allo strumento urbanistico, potrebbero essersi verificate variazioni nella destinazione di alcune aree. Il Contribuente è tenuto ad effettuare le opportune verifiche consultando la documentazione resa disponibile dal Servizio Urbanistica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ai seguenti link

http://www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi/Urbanistica/Piano-Operativo-Comunale-POC  e

http://www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi/Urbanistica/Regolamento-Urbanistico-Edilizio-RUE

Il servizio di cartografia interattiva, disponibile al link “Cartografia interattiva” , consente la determinazione dei valori di riferimento delle aree fabbricabili per l'anno 2019. Tramite l'applicazione è possibile posizionarsi su un luogo di interesse (attraverso dei parametri di ricerca quali foglio e mappale) e interrogare la mappa, ottenendo le indicazioni dei valori al mq.

Una volta entrati in cartografia interattiva, scegliere “WebGIS per la consultazione delle aree fabbricabili” > “Vai all’applicazione” e selezionare in alto la tavola 4  IMU – valori minimi per le aree fabbricabili  ”. Selezionare quindi “Cerca per” e scegliere “mappale catastale”, quindi inserire il Comune di riferimento, il foglio e il mappale e cliccare su “Ricerca”. La prima finestra di dialogo che appare (“Risultato”) può essere chiusa o spostata. Nella parte destra cliccare sullo strumento “Identifica” (contrassegnato da una freccia gialla e dal simbolo “I” di “Informazioni” in campo blu) e fare clic col mouse sul mappale di riferimento. La nuova finestra di dialogo “Risultato” che si apre contiene numerose informazioni, tra cui “Valore in euro per mq".

N.B.  : le applicazioni sono ottimizzate per la consultazione mediante il browser web Mozilla Firefox. L'utilizzo di altri browser web quali Google Chrome, Internet explorer, Opera, Safari, potrebbe determinare anomalie di funzionamento. Per visualizzare le stampe e gli elaborati PDF, è necessaria la presenza di Adobe Reader.

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome