Case famiglia, più controlli a tutela degli anziani - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » Comunicazione e Informazione » Comunicati stampa » Case famiglia, più controlli a tutela degli anziani  

Unione dei Comuni

 
Condividi
 

Case famiglia, più controlli a tutela degli anziani

Approvato dalla Giunta dell’Unione un Protocollo di vigilanza ad un anno dall’entrata in vigore del regolamento

 

 

È passato quasi un anno dall’entrata in vigore del Regolamento sulle case famiglia , approvato dal Consiglio dell’Unione per definire funzioni e requisiti essenziali volti ad innalzare la qualità di questi servizi e la professionalità degli operatori per dare risposta concreta ai bisogni della popolazione anziana, e oggi le case famiglia per anziani sul territorio dell’Unione sono 33 e ospitano circa 190 persone .

 

Le case famiglia, piccole strutture private con una capacità ricettiva fino a un massimo di 6 anziani, sono infatti, sul territorio dell’Unione, una realtà nel panorama dei servizi alla persona, chiamata a dare risposte di qualità da un lato alla popolazione anziana, in costante crescita all’interno di una società che registra un aumento costante dell’aspettativa di vita, e dall’altra all’esigenza delle famiglie di risposte a crescenti bisogni di cura e assistenza.

 

Nell’ambito dell’attività di vigilanza svolta nel corso del 2019, più del 40% delle strutture esistenti sono state oggetto di ispezioni e sono state chiamate ad implementare misure volte a superare difformità o carenze collegate principalmente a requisiti strutturali, organizzativi o di personale stabiliti dal Regolamento dell’Unione, emerse nel corso dei sopralluoghi compiuti dai Servizi sociali e dal’Ausl.

 

Solo in tre casi è stato necessario procedere alla sospensione o alla chiusura dell’attività per la permanenza di numerose carenze riscontrate e mai sanate o per assenza di titoli per l’esercizio dell’attività.

 

Professionisti del sociale e dell’ambito sanitario sono stati impegnati nella valutazione delle condizioni di circa un centinaio di persone accolte nelle case famiglia del territorio nel corso del 2019, per verificarne le condizioni di autosufficienza o di lieve non autosufficienza e la compatibilità con le caratteristiche delle case famiglia, che sono strutture a bassa intensità assistenziale all’interno della rete dei servizi alla persona.

 

A implementazione del Regolamento, la Giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha inoltre approvato nelle scorse settimane un protocollo d’intesa fra Ausl e Unione per disciplinare le modalità di intervento finalizzate alla vigilanza delle strutture residenziali per anziani fino a un massimo di sei posti letto, denominate appunto, case famiglia.

Il protocollo chiarisce ruoli e responsabilità di Ausl, Servizi Sociali, Polizia Municipale e SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) nel garantire la corretta applicazione del Regolamento, in un’ottica di integrazione, e al fine di salvaguardare le condizioni di benessere dell’anziano e promuovere una cultura di attenzione per i servizi di cura rivolti alle persone fragili.

 

Dal 2019 è in essere un archivio dinamico, costantemente aggiornato dai Servizi sociali, con l’elenco di tutti gli ospiti residenti nelle case famiglia e del profilo assistenziale necessario, mentre sul sito dell’Unione ( http://www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi/Sociale/Strutture-del-territorio ) è a disposizione di tutti gli interessati l’elenco delle Case Famiglia che hanno presentato regolare documentazione e sono in possesso dei requisiti per l’esercizio dell’attività.

 

A breve saranno promossi sia a livello locale che provinciale momenti di confronto sull’andamento del percorso avviato con il Regolamento sulle case famiglie che vedranno la partecipazione di tutti gli stakeholder, dalle Amministrazioni locali alle Associazioni di categoria, dalle Organizzazioni sindacali, al mondo del volontariato in un’ottica di costante dialogo fra tutti i soggetti della rete.

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome