Gioco d'azzardo lecito: nei Comuni dell'Unione cambiano regolamentazione e autorizzazioni in materia - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » News » Gioco d'azzardo lecito: nei Comuni dell'Unione cambiano regolamentazione e autorizzazioni in materia  

Unione dei Comuni

 

Gioco d'azzardo lecito: nei Comuni dell'Unione cambiano regolamentazione e autorizzazioni in materia

 

Cambia la regolamentazione per le sale gioco/VLT/scommesse e per gli esercizi/locali che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo lecito situati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili individuati nel territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

 

L'Unione ha approvato con Delibera n. 211 del 14/12/2017 la mappatura dei luoghi sensibili  considerando tali tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

 

Cambia la regolamentazione per le sale gioco/vlt/scommesse e per gli esercizi/locali che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo lecito. Non è più possibile la continuazione di tali attività in sale, esercizi e locali situati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili individuati nel territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.
Ogni comune deve redarre un mappatura dei luoghi sensibili e definire i provvedimenti conseguenti sulle attività in corso.

 

Sono indicati come luoghi sensibili tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, impianti sportivi, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile e oratori.

 

Di conseguenza il comune provvede a individuare un elenco  di:

-sale giochi e sale scommesse situate a meno di 500 metri dai luoghi sensibili;
 
- esercizi commerciali, di somministrazione di alimenti e bevande, aree aperte al pubblico, circoli privati ed associazioni, esercizi autorizzati ai sensi degli art. 86 e 88 del TULPS che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo lecito di cui all’art. 110 comma 6 del TULPS, situati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili. Nella mappatura vanno considerati anche i luoghi sensibili situati nei Comuni del territorio regionale confinanti con il territorio comunale in questione, mediante l’acquisizione delle relative mappature.

 
Per la modalità di calcolo dei 500 metri la Legge Italiana prevede che la distanza sia calcolata secondo il percorso pedonale più breve. Il criterio è dunque quello della distanza pedonale. La misurazione va effettuata dall’ingresso considerato come principale rispettivamente della sala giochi o della sala scommesse o dell’esercizio in cui l’apparecchio è installato e quello del luogo sensibile. Ogni sala, esercizio e locale deve facilitare le operazioni di verifica e di controllo.

 
Per conoscere nel dettaglio la natura e il contenuto dei provvedimenti, nonché le misure da adottare nel caso si possieda o si gestisca un’attività con le specifiche sopraindicate, si invita a leggere gli allegati.

 
Determinazione n. 490 (219kB - PDF)
Allegato A (19kB - PDF)
Allegato B (35kB - PDF)

 

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome