L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna si aggiudica il premio Ubi Banca con il progetto "Generazione Futuro Green" - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » News » L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna si aggiudica il premio Ubi Banca con il progetto "Generazione Futuro Green"  

Unione dei Comuni

 

L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna si aggiudica il premio Ubi Banca con il progetto "Generazione Futuro Green"

La quarta edizione del Cresco Award - Città sostenibili , il Premio promosso da Fondazione Sodalitas, in collaborazione con ANCI, per valorizzare le iniziative dei Comuni italiani più efficaci nel promuovere lo sviluppo sostenibile dei territori ha visto protagonista anche l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

La premiazione si è svolta il 20 novembre in occasione dell’Assemblea Nazionale dei Comuni italiani (ANCI ) ad Arezzo, che ha visto la presenza di una delegazione di Sindaci della Bassa Romagna, tra cui Paola Pula , Sindaco di Conselice e referente per le politiche ambientali dell’Unione, che ha ritirato il premio.

 

I Comuni italiani stanno giocando un ruolo importante per la crescita sostenibile del Paese con progetti che migliorano la vivibilità dei territori e per il quarto anno consecutivo Cresco Award ha voluto premiare le migliori iniziative sviluppate da Comuni, Città Metropolitane, Comunità Montane o Unioni di Comuni di tutta Italia.

L’iniziativa ha visto anche il coinvolgimento di 16 imprese associate a Fondazione Sodalitas e particolarmente impegnate sul fronte della sostenibilità - Bottega Verde, Brembo, Bureau Veritas, Certiquality, Confida, DNV GL, Enel, Falck Renewables, KPMG, Lexmark, Mapei, Pirelli, Poste Italiane, Solvay, STMicroelectronics, Ubi Banca - che hanno assegnato 18 riconoscimenti ad altrettanti Enti Locali su specifiche tematiche.
UBI BANCA, tra gli oltre 100 progetti candidati a Cresco Award , ha scelto il progetto della Bassa Romagna Generazione  Futuro Green ”, per l’educazione finanziaria, imprenditoriale e lo sviluppo sostenibile con la seguente motivazione: “La finalità del progetto, lo sviluppo di processi educativi alla sostenibilità, la trasversalità a tutti gli indirizzi e livelli scolastici, quindi la forte sinergia creata in particolar modo con le istituzioni scolastiche si conciliano perfettamente con l’SDG 4 Istruzione di qualità che è alla base del progetto di Educazione Finanziaria di UBI Comunità”.  

UBI Banca, attraverso la sua divisione specialistica UBI Comunità, dedica molta attenzione e molte attività allo sviluppo della cultura finanziaria tra i giovani, al fine di fornire degli strumenti indispensabili per inserirsi nel mercato del lavoro, sviluppare competenze che permettano loro di muoversi con consapevolezza e quindi con successo nel mondo lavorativo ed educandoli all’imprenditorialità. Il premio è infatti dedicato al Comune che meglio ha sviluppato iniziative specificatamente dedicate alla valorizzazione dei giovani, in coerenza con il SDGs delle Nazioni Unite n.4 (goal 4 istruzione di qualità).

La Bassa Romagna aggiudicandosi il premio UBI Banca ha vinto una   Conferenza-spettacolo per le scuole secondarie di secondo grado volta ad illustrare ai ragazzi in maniera coinvolgente cosa, a livello inconscio, rende difficile fare scelte sostenibili.

Generazione  Futuro Green ” è un progetto didattico del CEAS della Bassa Romagna   che nasce in seno agli obiettivi di “Futuro green 2020” , espressamente  dedicato alle ragazze e ai ragazzi per avvicinarli ai temi della sostenibilità, del risparmio energetico, delle fonti rinnovabili e dei cambiamenti climatici attraverso un approccio didattico innovativo che permette di apprendere per scoperta e per esperienza diretta dei partecipanti attraverso laboratori didattici interattivi.

Le 14 installazioni sono state progettate e realizzate, sotto la guida esperta del Fab Lab Maker Station di Cotignola, con il coinvolgimento diretto dei genitori degli studenti degli Istituti comprensivi e degli stessi studenti e docenti delle scuole superiori della Bassa Romagna ed hanno già fatto tappa in tutte le scuole dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna ed anche al Liceo di Forlì e di Ravenna. Link al progetto www.labassaromagna.it/futurogreen/Progetti-con-le-scuole/Generazione-Futuro-Green  

Fino al 23 dicembre, in occasione del Festival della Cultura Tecnica 2019,  le installazioni interattive si trovano a Lugo presso i locali del Polo Tecnico in via Lumagni 26 e sarà possibile visitare il percorso didattico espositivo“Generazione  Futuro Green” in occasione degli open day del Polo previsti per domenica 24 novembre, con replica sabato 14 dicembre.

Si tratta di veri e propri laboratori scientifici che, grazie alla collaborazione del Polo Tecnico e Professionale di Lugo e del Fab Lab, saranno animati dagli studenti del Polo. La visita agli exhibit oltre all’apertura pubblica è disponibile su appuntamento per tutte le Scuole secondarie di I Grado della Bassa Romagna fino al 23 dicembre 2019. Per informazioni inviare una mail alla professoressa patrizia.runfola@edu.pololugo.it  o telefonare al numero 0545 22035.

Sempre nell’ambito dell’assemblea di ANCI, la Bassa Romagna ha partecipato all’incontro dedicato alla rete europea delle città URBACT , il fondo comunitario che finanzia processi di innovazione urbana per uno sviluppo integrato del territorio. L’Unione dei Comuni è infatti entrata a far parte questo anno della rete, ricevendo un finanziamento per lo creazione di una nuova strategia dedicata alla politica alimentare che coinvolgerà nei prossimi mesi associazioni di categoria, imprese, privato sociale, pro-loco, e numerosi altri attori del territorio. Il primo appuntamento è previsto per le giornate del 28-29 novembre quando una delegazione europea del progetto sarà in visita in Bassa Romagna per un confronto sul tema con le istituzioni, il territorio e le comunità.

Foto-Pula
 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome