Divieto di somministrazione di uova e carni crude - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » Notizie » Divieto di somministrazione di uova e carni crude  

Unione dei Comuni

 

Divieto di somministrazione di uova e carni crude

Come ogni anno entra in vigore nei nove Comuni dell’Unione della Bassa Romagna, per tutta la stagione estiva e fino al 30 settembre , il divieto di somministrazione di prodotti alimentari contenenti uova crude non sottoposti prima del consumo a trattamento di cottura, di salumi a pasta macinata e salsicce di carne suina e avicola non sottoposti a stagionatura o a trattamento termico di completa cottura.  Il divieto riguarda i locali di ristorazione, gli alberghi e tutti gli esercizi di ospitalità.

 

Il divieto è stato emesso a tutela della salute pubblica, su proposta del Dipartimento di sanità pubblica di Ravenna dell’Ausl della Romagna.

 

Gli alimenti contenenti uova crude e gli insaccati freschi a base di carne suina pronti per il consumo sono infatti frequentemente individuati come causa di episodi di tossinfezione alimentare da Salmonella. Il rischio dell’insorgenza di questi episodi è maggiore nella stagione estiva in quanto le elevate temperature favoriscono la proliferazione microbica, soprattutto se le norme di conservazione dei cibi non vengono rigorosamente applicate.

 
Ordinanze:
Comune di Alfonsine (108kB - PDF)
Comune di Bagnacavallo (109kB - PDF)
Comune di Conselice (105kB - PDF)
Comune di Cotignola (116kB - PDF)
Comune di Fusignano (107kB - PDF)
Comune di Lugo (124kB - PDF)
Comune di Massa Lombarda (112kB - PDF)
 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome