25 Novembre 2013 Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Skip to main content
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » Politiche di genere » 25 novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne » 25 Novembre 2013 Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne  

Unione dei Comuni

 

25 Novembre 2013 Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

UN FIORE PER  NON DIMENTICARE

Lunedì 25 novembre, ore 11  Parco del Loto - Lugo

 

 

A Lugo, lunedì 25 novembre alle 11, si celebrerà “Un fiore per non dimenticare” , con deposizione di fiori sul monumento dedicato alle donne vittime di violenza, con la partecipazione di rappresentanti di tutti i Comuni dell’Unione e degli studenti degli Istituti Superiori di Lugo.

 

 

ALFONSINE  -  Un film e un posto occupato contro la violenza sulle donne

CINEMA GULLIVER
SALA D'ESSAI 

 

Giovedì 21 e Giovedì 28 Novembre 2013  
Inizio proiezione ore 21

locandina-film

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne  il Gulliver di Alfonsine propone una serie di iniziative volte a sensibilizzare le persone nei confronti di una piaga sociale purtroppo all'ordine del giorno, e che tra l'altro unisce Nord e Sud del mondo.
Giovedì 21 novembre alle ore 21, con replica il 28, sarà proiettato il bel film COME PIETRA PAZIENTE , diretto da Atiq Rahimi, intellettuale afgano che ha portato sullo schermo il suo romanzo, trasformando in immagini raffinate la parola e soprattutto le parole della donna protagonista, fulcro di una vicenda che racconta gli orrori della guerra e della discriminazione da un punto di vista femminile, guardando a una possibilità di riscatto.
Il Gulliver inoltre partecipa al progetto nazionale “Posto occupato da vittima di femminicidio” , in collaborazione con il coordinamento provinciale curato da Casa delle Donne e Convenzione No More di Ravenna.
 Posto occupato” è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, un famigliare, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sull'autobus, al cinema, a scuola, nella società.  
Il posto riservato vuole rendere visibile il vuoto lasciato nella quotidianità dai femminicidi che nel 2013 in Italia contano già più di 100 donne uccise.

 

Domenica 24 novembre alle ore 16.30  presso il cinetatro Gulliver di Alfonsine (piazza della Resistenza si terrà l'evento speciale: "Donne, parole e musica" .
Sarà presente l'Assessora alla Pari Opportunità Marzia Vicchi .

 

 

BAGNACAVALLO  -  Demetra in Consiglio comunale per sostenere l'impegno contro la violenza sulle donne

Demetra

L’Amministrazione comunale di Bagnacavallo aderisce anche quest’anno alla “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, che ricorre il 25 novembre, e lo farà dedicando un momento di riflessione in apertura del Consiglio comunale in programma venerdì 22 novembre alle 20.
L'assessore alle Pari opportunità Giuseppina Dessy accoglierà in Consiglio la presidente di Demetra – Donne in aiuto  Nadia Somma, per consegnarle ufficialmente una donazione di 500 euro che l'Amministrazione bagnacavallese ha deciso di devolvere all'associazione, da anni attiva nel territorio dell'Unione dei Comuni per aiutare le donne vittime di violenza. In particolare, il contributo di Bagnacavallo andrà a sostenere il progetto di Demetra  “Ospitalità in emergenza”, che fornisce in primo luogo consulenza psicologica e legale alle donne vittime di violenza, e in casi di emergenza consente di intervenire per ospitare donne ed eventuali figli negli alloggi predisposti dai Servizi Sociali.
 

Nadia-Somma

«Il contributo che abbiamo deciso di devolvere a Demetra non è che un piccolo gesto – commenta l'assessore alle Pari opportunità Giuseppina Dessy – che però consente alla nostra Amministrazione di riaffermare ancora una volta l'importanza del lavoro svolto da Demetra per sostenere le donne vittime di violenza, in particolare nei difficilissimi momenti di emergenza durante i quali si ha più bisogno sia di un supporto psicologico sia di ospitalità. Demetra, grazie all'esperienza maturata negli anni e all'incredibile sensibilità delle sue operatrici, svolge un servizio prezioso e fondamentale, per il quale non smetteremo mai di ringraziare. La convenzione annuale recentemente approvata dall'Unione dei Comuni della Bassa Romagna proprio con Demetra consentirà di rafforzare l'impegno per la prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne e la rete di accoglienza e tutela per le vittime. Il contributo del Comune di Bagnacavallo – conclude l'assessore – vuole essere non soltanto un sostegno economico all'attività dell'associazione, ma un riconoscimento pubblico dell'importanza del suo operato.»
La “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”  è stata istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare tutte le donne vittime di violenza. La violenza nei confronti delle donne, spesso consumata tra le mura domestiche ad opera del partner o di familiari, uccide più del tumore, fa più vittime degli incidenti stradali. È la principale causa di morte e di invalidità per le donne. E in tutto il mondo, almeno una donna su tre nella vita ha subito violenza: è stata picchiata, ustionata, abusata, stuprata. Donne di ogni età, origine, cultura, stato sociale.

 

BAGNARA DI ROMAGNA  -  Iniziative in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne

 

Domenica 17 Novembre, ore 17 :   Presentazione del testo "TIMIRA" all'interno della rassegna TRAME DI VITA. 
Timira racconta l’avventura di Isabella Marincola , dal suo essere profuga in un paese in bilico, l’Italia del biennio ’91/’92.

 

Scarica la locandina (429kB - PDF)

 

Timira (97kB - PDF)

 

 

 

Sabato 23 Novembre, ore 15.30 : Premiazione del IV Concorso GIALLO DI ROMAGNA  sul tema "DALL'ABUSO SUI MINORI ALLA VIOLENZA SULLE DONNE: COMBATTIAMO IL SILENZIO".

Scarica la locandina (206kB - PDF)

 

 

 

 

CONSELICE  -  25 Novembre 2013 pagine contro la violenza sulle donne 

 

  IO SONO MIA

Pagine contro la violenza sulle donne

a cura della Biblioteca Comunale Giovanna Righini Ricci 

stop-alla-violenza-sulle-donne

 

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne la biblioteca propone una vetrina di libri , nella consapevolezza che la pagina scritta rappresenta uno strumento per conoscere, curare le ferite, stimolare azioni di denuncia, condividere vissuti, non sentirsi sole.

Libri da prendere a prestito, da leggere assieme al proprio partner, libri per favorire la conoscenza e la consapevolezza di sé, libri per stimolare azioni di difesa, libri per sapere a chi rivolgersi in caso di azioni di violenza, lesive della dignità della persona.

 

Scarica la locandina (11kB - PDF)

 

 

 

COTIGNOLA  -  Stra-ordinarie. Voci e storie di donne

locandina-Cotignola

Sabato 23 novembre 2013, alle ore 21, in occasione della giornata internazionale contro la violenza alle donne, al Teatro Binario di Cotignola è in programma lo spettacolo 'Stra-ordinarie. Voci e storie di donne  ', organizzato da Artemide, associazione culturale della donne della Bassa Romagna, in collaborazione con il Comune di Cotignola: attraverso autobiografie a più voci, saranno presentati profili e storie di donne dal destino, appunto, straordinario.

 

Il Teatro Binario è in via Vassura 18A. L'ingresso è libero. Per informazioni: 0545 908826/908873.

Scarica la locandina (962kB - PDF)

 

 

 

 

FUSIGNANO - Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

L'Amministrazione comunale di Fusignano aderisce anche quest'anno alla “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” , che ricorre il 25 novembre, e lo farà dedicando un momento di riflessione in apertura del Consiglio comunale  in programma martedì 26 novembre alle 20,30.

Diverse Associazioni, con il Patrocinio del Comune, organizzano una serata di riflessione al Centro Culturale “Il Granaio”. Proiezione del film “Un giorno perfetto” di F. Ozpetek. Seguirà dibattito in sala.

 

 

 

LUGO  -  Un mese contro la violenza 

Rocca

Mercoledì 6 novembre  - ore 20.30 Sala del Carmine (Corso Garibaldi, 16 – Lugo)

Iniziativa sul tema della violenza contro le donne.

Serata organizzata dal Coordinamento donne Spi-Cgil di Lugo con il patrocino dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

 

Dal 7 al 30 novembre  – Iniziativa di SPI – CGIL e FNP - CISL di Lugo

Esposizione di due pannelli di tela dipinti da un gruppo di artiste lughesi sul lato sinistro della facciata principale della Rocca Estense di Lugo

 

Venerdì 15 novembre  – ore 14,30 Sala CNA (Via Acquacalda, 37/1 – Lugo)

“Linguaggio, sessismo, pratiche antisessiste” Seminario organizzato dall'Associazione “Demetra donne in aiuto” con il patrocinio del Comune di Lugo e dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

 

Lunedì 25 novembre -  Un fiore per non dimenticare. Giornata mondiale contro la violenza alle donne

Ore 11 - deposizione fiori sul monumento dedicato alle donne vittime di violenza presso il Parco del Loto di Lugo con la partecipazione degli studenti degli Istituti Superiori di Lugo.

 

Dicembre  -  Presentazione della convenzione con l'Associazione “Demetra donne in aiuto”, presentazione linee regionali sull'abuso e altri progetti (Polizia Municipale e formazione servizi educativi) che si stanno realizzando sul territorio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

 

 

MASSA LOMBARDA  -  Un grande drappo rosso realizzato dalle donne massesi "per fermare la cultura della violenza"

massalombarda

Lunedì 25 novembre, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Udi-Unione donne italiane, Spi-Cgil di Massa Lombarda e Coordinamento donne Spi-Cgil organizzano, con l'adesione dell'Amministrazione comunale di Massa Lombarda, Scioperiamo. Per fermare la cultura della violenza  , una giornata in cui le donne saranno chiamate a sospendere le loro attività quotidiane «perché sia chiaro che senza donne non si va da nessuna parte».

Per rendere visibile a tutta la cittadinanza questa testimonianza, le donne massesi sono chiamate a realizzare un grande drappo rosso collettivo da esporre davanti al Municipio. Ciascuna potrà contribuire realizzando un quadrato di stoffa o maglia rossa, di 50 centimetri di lato; i pezzi di stoffa o maglia potranno essere consegnati presso la sede Udi in piazza Marmirolo 1, dalle 9.30 alle 12 di sabato 16 e sabato 23 novembre.

Lunedì 25 novembre dalle 10 del mattino le donne massesi sono poi invitate a ritrovarsi in piazza Matteotti per cucire insieme i vari quadrati in unico drappo e realizzare così la loro protesta. Ci saranno interventi dell'Amministrazione comunale e delle associazioni promotrici e la sfilata del fantaveicolo Un paio d'ali per la Libertà  realizzato da Renato Mancini.

I Laboratori dello Spazio donna, gestiti dall'Udi, realizzeranno per l’occasione due grandi striscioni rossi da esporre già a partire da venerdì 22 novembre sotto il loggiato del Municipio assieme a manifesti che spieghino le ragioni dell'iniziativa.

 

Il Comune di Massa Lombarda ha aderito alla campagna Posto Occupato da vittima di femminicidio. Alla Sala del Carmine sarà riservato e individuato da un drappo rosso.

"Posto occupato" è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza che, prima di essere uccise da un marito, un ex, un amante, un famigliare, uno sconosciuto, occupava un posto a teatro, sull’autobus, al cinema, a scuola, nella società. 

Il posto riservato vuole rendere visibile il vuoto lasciato nella quotidianità dai femminicidi che nel 2013 in Italia contano già più di 100 donne uccise.

Udi-Unione donne italiane, lo Spi-Cgil di Massa Lombarda, il Coordinamento donne Spi-Cgil e Amministrazione comunale hanno inoltre condiviso il testo dell’appello nazionale contro la violenza di genere:

massalombarda-locandina

Chiediamo di poter vivere in una società che vuole realmente cambiare la cultura che alimenta questa mentalità maschilista, patriarcale, trasversale, acclarata e spesso occulta, che noi riteniamo totalmente responsabile della mancanza di rispetto per le donne, e che non fa nulla per fermare questo inutile e doloroso femminicidio italiano.

Chiediamo che la parola femminicidio non venga più sottovalutata, svilita, criticata. Perché racconta di un fenomeno che ancora in troppi negano, o che sia qualcosa che non li riguarda. O addirittura che molte delle donne uccise o violate, in fondo in fondo, qualche sbaglio lo avevano fatto. Quanta disumanità nel non voler vedere il nostro immenso lavoro, quello pagato e quello non pagato, il lavoro di cura e riproduttivo, il genio, la creatività, il ruolo multiforme delle donne.

Chiediamo di fermarci. A tutte.

Fermiamoci per 24 ore da tutto quello che normalmente facciamo. Perché sia chiaro che senza di noi, noi donne, non si va da nessuna parte.

 

Scarica la locandina (1.413kB - PDF)

 

 

 

 

Informazioni:

Centro di Comunicazione a Ascolto del Comune, tel. 0545 985890
http://www.scioperodelledonne.it/

 

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome