Autorizzazione al funzionamento delle strutture residenziali e semiresidenziali per minori, portatori di handicap, anziani - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Attività produttive » Strutture e professioni sanitarie e strutture socio-assistenziali » Autorizzazione al funzionamento delle strutture residenziali e semiresidenziali per minori, portatori di handicap, anziani  

Guida ai Servizi

 
Condividi
 

Autorizzazione al funzionamento delle strutture residenziali e semiresidenziali per minori, portatori di handicap, anziani

DESCRIZIONE   

E’ l’autorizzazione necessaria al funzionamento di strutture residenziali e semi residenziali che offrono servizi a:

  • minori per interventi socio assistenziali integrativi o sostitutivi della famiglia;
  • cittadini portatori di handicap per interventi socio assistenziali o socio sanitari finalizzati al mantenimento e al recupero di livelli di autonomia della persona e sostegno della famiglia;
  • anziani per interventi socio assistenziali o socio sanitari finalizzati al mantenimento e al recupero delle residue capacità di autonomia della persona ed al sostegno della famiglia;
  • cittadini malati di AIDS o con infezione da HIV che necessitano di assistenza continua e risultano privo del necessario supporto familiare, o per i quali la permanenza nel nucleo familiare sia temporaneamente o definitivamente impossibile o contrastante con il progetto individuale.

L’autorizzazione al funzionamento deve essere acquisita prima dell’inizio dell’attività. Sono soggette ad autorizzazione le strutture nuove, nonché le trasformazioni e/o ampliamenti di strutture già autorizzate ai sensi della vigente normativa, che comportino il rilascio di concessione edilizia o che modifichino la capacità ricettiva autorizzata ed infine le trasformazioni consistenti nella modifica di tipologia di struttura.

 

MODALITA'

Domanda in bollo da parte del titolare o legale rappresentante della struttura, indirizzata allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, contenente le seguenti indicazioni:

  • generalità (cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza) del richiedente - titolare o legale rappresentante della struttura;
  • ragione sociale o denominazione, sede legale della ditta/società/azienda;
  • recapito telefonico;
  • codice fiscale e P.IVA;
  • l’ubicazione della struttura.

.

REQUISITI

I requisiti sono stabiliti dalla direttiva di cui alla deliberazione della Giunta Regionale 1.3.2000 n. 564 e successive modifiche e integrazioni.

 

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE   

Domanda in bollo redatta su apposita modulistica.

Allegati previsti dal modello di domanda.

 

COSTI

N. 1 marca da bollo in base alla normativa vigente per la domanda.

N. 1 marca da bollo in base alla normativa vigente per l'autorizzazione.

Eventuali spese relative alla Commissione tecnica dell’AUSL di Ravenna in base alle tariffe regionali.

 

TEMPI DI RILASCIO

28 giorni esclusi i tempi tecnici necessari per il parere dell'AUSL

 

DOVE RIVOLGERSI

Unione dei Comuni della Bassa Romagna
Area Territorio, Servizio SUAP
Piazza Trisi, 4 - 48022 Lugo (RA)

Referenti:
Belinda Pasini Tel.0545 38309
Fax 0545 38371
email: pasinib@unione.labassaromagna.it

Orari e Contatti

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Responsabile del procedimento: Dott. Vespignani Federico

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Normativa specifica vigente.

 

TIPO DI PROCEDIMENTO

complesso 

 

Aggiornamento scheda:
23 giugno 2017

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome