Documento di indirizzi - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Urbanistica » Piano Urbanistico Generale (PUG) » Documento di indirizzi  

Guida ai Servizi

 

Documento di indirizzi

 

Al fine di definire gli obiettivi strategici è stato redatto il Documento di Indirizzo , che costituisce un documento di indirizzo politico orientato sulla base del quadro diagnostico e secondo una logica multi scalare, i cui obiettivi fondamentali possono essere così sintetizzati:

  •  co - pianficazione con l’Amministazione Provinciale dei poli produttivi sovracomunali per la localizzazione di nuovi insediamenti produttivi, parallelamente alla definizione di politiche rigenerative di quelli consolidati e delle priorità del reticolo viario sovracomunale (completamento SS16, SP610, valutazione impatti futuro Casello di Castelbolognese, potenziamento TPL e mobilità ciclabile a scala territoriale)
  •  definizione di regole comuni a livello di Unione per gestire il consumo di suolo con politiche perequative che assicurino sviluppo equilibrato e la rigenerazione, individuando ambiti di sottoutilizzo e strategie comuni per la qualificazione dei centri storici e la funzionalità della città pubblica
  •  definizione di un nuovo modello di mobilità d’Unione avente come perno centrale il tema della ciclabilità (a livello sovracomunale di reticolo escursionistico e locale di percorsi casa – scuola/casa – lavoro), favorendo l’intermodalità e rafforzando l’accessibilità dei principali attrattori: Bologna e Ravenna
  •  aumentare la resilienza del territorio, sviluppando le reti blu e verdi, con una particolare attenzione al tema delle acque, all’efficientamento della sua distribuzione legato alle aziende agro – industriali idro – esigenti, alla valorizzazione degli assi fluviali dal punto di vista paesaggistico e fruitivo e alla messa in sicurezza idraulica. In tal senso il PUG approfondirà con studi specifici le criticità con l’obiettivo di farsi veicolo di tutte le progettualità legate all’uso e alla gestione sostenibile della risorsa acqua
  •  Incentivare un welfare di comunità e prossimità individuando ulteriori servizi di rango di Unione e prevedendo la razionalizzazione e la crescita coordinata delle dotazioni cogliendo le opportunità date dalla collaborazione pubblico – privato, associazionismo e volontariato e riutilizzo del patrimonio pubblico dismesso

 

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome