Migliora la qualità dell’aria, revocate le misure emergenziali - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » News » Migliora la qualità dell’aria, revocate le misure emergenziali  

Unione dei Comuni

 
Condividi
 

Migliora la qualità dell’aria, revocate le misure emergenziali

Il bollettino regionale della qualità dell’aria di lunedì 31 gennaio indica il rientro nei valori limite delle polveri sottili nei prossimi giorni: sono quindi revocate, a partire da martedì 1 febbraio le misure emergenziali.

 

Restano comunque le misure ordinarie, in vigore fino al 30 aprile 2022: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali (salvo possibilità di deroga da richiedere nelle modalità indicate a questo link ), il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 3 stelle e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compresa, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo il divieto di circolazione nell’area urbana delimitata da appositi cartelli, dalle 8.30 alle 18.30, viene esteso anche agli autoveicoli a benzina di categoria emissiva fino a Euro 2 compresa e a quelli diesel fino a Euro 3 compresa.

 

Per ulteriori informazioni, chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

 ------------------------------------------------------------

A causa del perdurare di condizioni meteo non favorevoli, il bollettino regionale sulla qualità dell’aria emesso oggi, venerdì 28 gennaio, conferma la previsione di sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a lunedì 31 gennaio compreso , in aggiunta alle misure ordinarie.

 

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Inoltre, solo per il Comune di Lugo , sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria infer iore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto  (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo  anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

 

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

 

Per ulteriori informazioni chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

------------------------------------------------------------

A causa del perdurare di condizioni meteo non favorevoli, il bollettino regionale sulla qualità dell’aria emesso oggi, mercoledì 26 gennaio, conferma la previsione di sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a venerdì 28 gennaio compreso, in aggiunta alle misure ordinarie.

 

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Inoltre, solo per il Comune di Lugo, sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

 

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

 

Per ulteriori informazioni chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

------------------------------------------------------------

Lunedì 24 gennaio è stato emesso il nuovo bollettino regionale relativo alla qualità dell’aria, che evidenzia un perdurare degli sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a mercoledì 26 gennaio compreso, in aggiunta alle misure ordinarie.

 

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Inoltre, solo per il Comune di Lugo, sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

 

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

 

Per ulteriori informazioni chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

------------------------------------------------------------

Venerdì 21 gennaio è stato emesso il nuovo bollettino regionale relativo alla qualità dell’aria, che evidenzia un perdurare degli sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a lunedì 24 gennaio compreso, in aggiunta alle misure ordinarie.

 

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Inoltre, solo per il Comune di Lugo, sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

 

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

 

Per ulteriori informazioni chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

------------------------------------------------------------

19 gennaio 2022

Mercoledì 19 gennaio è stato emesso il nuovo bollettino regionale relativo alla qualità dell’aria, che evidenzia un perdurare degli sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a venerdì 21 gennaio compreso, in aggiunta alle misure ordinarie.

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

Inoltre, solo per il Comune di Lugo, sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò,  fuochi d’artificio, eccetera).

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

Per ulteriori informazioni chiamare la centrale operativa della Polizia locale della Bassa Romagna al numero 0545 38470.

 

------------------------------------------------------------

Lunedì 17 gennaio è stato emesso il nuovo bollettino regionale relativo alla qualità dell’aria, che evidenzia un perdurare degli sforamenti del livello ammesso delle polveri sottili nel territorio provinciale. Pertanto, sono prorogate le misure emergenziali antismog fino a mercoledì 19 gennaio compreso, in aggiunta alle misure ordinarie.

 

Restano in vigore in tutta la Bassa Romagna il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Inoltre, solo per il Comune di Lugo, sono disposti anche il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono a quelle ordinarie vigenti nel periodo dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli di categoria emissiva inferiore a Euro 1 compreso, nelle aree urbane individuate da appositi cartelli; per il Comune di Lugo anche il divieto di circolazione per i veicoli benzina dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli a benzina di categoria emissiva inferiore a Euro 2 compreso.

 

Per garantire il rispetto del provvedimento, finalizzato alla salute pubblica, ci sarà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani e sul rispetto dei divieti di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome