Pericolo di incendi per siccità e alte temperature, vietata la combustione di residui vegetali - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » News » Pericolo di incendi per siccità e alte temperature, vietata la combustione di residui vegetali  

Unione dei Comuni

 
Condividi
 

Pericolo di incendi per siccità e alte temperature, vietata la combustione di residui vegetali

A partire da sabato 25 giugno scatta lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi in cinque provincie: Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

 

Fino al primo luglio resterà in vigore il divieto assoluto di accendere fuochi o utilizzare strumenti che producano fiamme, scintille o braci; sono inoltre vietati gli abbruciamenti di residui vegetali e stoppie.

Lo stato di emergenza può essere soggetto a revoche o ulteriori proroghe sulla base dell'andamento condizioni climatiche.

Chi viola le prescrizioni o adotta comportamenti pericolosi può subire sanzioni fino a 10mila euro.

Per emergenze è sempre attivo il numero verde 800 072525.

 

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome