Sicurezza stradale. Spettacoli, spot televisivi e radiofonici - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home » Unione dei Comuni » News » Sicurezza stradale. Spettacoli, spot televisivi e radiofonici  

Unione dei Comuni

 
Condividi
 

Sicurezza stradale. Spettacoli, spot televisivi e radiofonici

Guida distratta, mancato rispetto della precedenza o del semaforo e velocità troppo elevata sono le prime tre cause di incidenti stradali. Per questo serve l’impegno di tutti per garantire vacanze sicure sulle strade.

Partono ‘ Guida sicura e consapevole ’ e ‘#Guida e basta, no alla distrazione al volante! ”, le due campagne di informazione e sensibilizzazione della Regione Emilia-Romagna per prevenire e ridurre gli incidenti stradali, in linea anche con le indicazioni della Comunità Europea che ha l’obiettivo di dimezzare il numero delle vittime e dei feriti gravi entro il 2030 (rispetto al 2020).

Per #Guida e basta  edizione 2022 sarà Ron  l'ospite d'onore che proprio quest’anno celebra i 50 anni di carriera. Sul palco si alterneranno poi altri grandi protagonisti della musica italiana: Irene Grandi, Dolcenera, Sandy Marton, Paolo Belli, l’Orchestra Casadei , insieme a comici e altri artisti in tre serate, realizzate in partnership con Anas, tra luglio e settembre.

Saranno invece due i video e gli spot radio realizzati da Lepida Tv che veicoleranno sulle principali emittenti televisive e radiofoniche i contenuti di Guida sicura e consapevole : uno dedicato all’uso del monopattino , l’altro alla distrazione  sulle strade.

Le due campagne sono state presentate questa mattina in viale Aldo Moro a Bologna dall’assessore regionale alla Mobilità,  e dal presidente dell’Osservatorio per la sicurezza stradale dell’Emilia-Romagna.

Le cause di incidentalità

Nell’ambito dei comportamenti errati alla guida, la guida distratta,  il mancato rispetto della precedenza o del semaforo e la velocità troppo elevata  sono le prime tre cause di incidentalità.

L’intenso impegno ad oggi profuso nel settore ha consentito di raggiungere notevoli obiettivi in tema di incidentalità, ma si registrano ancora ampie aree di criticità imputabili, come prima causa, alla distrazione. L’agenzia governativa statunitense del dipartimento dei Trasporti, National Highway Traffic Safety Administration  (NHTSA), ha calcolato che la percentuale di tempo in cui i conducenti sono impegnati in compiti secondari è pari al 23,5% e la distrazione è alla base dei 17% degli incidenti. 

Le campagne

 “Guida sicura e consapevole”  prenderà il via il 30 giugno  con la diffusione di due nuovi video , di 30’’ ciascuno, realizzati da Lepida Tv.  Protagonista è Mauro Sorbi , presidente dell’Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale, che ricopre più ruoli all’interno degli spot (voce narrante, guidatore imprudente, veste istituzionale). I due spot sono disponibili ai link:  https://regioneer.it/yl176x5v  e  https://regioneer.it/je262j5t

“#Guida e Basta: no alla distrazione al volante!”  punta invece sulla musica, quale linguaggio universale, ma anche su comicità e riflessione, per portare l’attenzione dei giovani sulla necessità di rimanere concentrati alla guida per non causare danni a se stessi e agli altri. La campagna, che prenderà il via il 24 luglio , propone tre serate, a ingresso libero, a Cattolica (24 luglio), Rimini (7 agosto) e Imola (1^ settembre).

Ron , protagonista indiscusso della canzone italiana, accompagnato da un trio di grandi musicisti, sarà l’ospite d’onore della prima serata . Il cantautore è impegnato nel live tour “Non abbiam bisogno di parole”, in cui celebra i 50 anni di attività.

Sul palco tra gli altri, nel corso delle tre serate, anche Irene Grandi, Dolcenera, Sandy Marton, Paolo Belli e la sua big band, l’Orchestra Casadei,  alcuni protagonisti di Zelig e finalisti dei contest Anas e ‘Tu si que vales’. A condurre le serate, a partire dalle 9,30, ci saranno Marco Senise,  di Canale 5 e Sofia Bruscoli, di  Rai2.

La campagna “Guida e sicura a consapevole”

Per la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale sono stati realizzati due spot, che vedono il presidente dell’Osservatorio Mauro Sorbi, in più ruoli - narratore voce fuori campo, utente della strada imprudente e presidente dell’Osservatorio -, con due messaggi distinti: uno sull’uso del monopattino e l’altro sulla distrazione.

La campagna di informazione e educazione “Guida sicura e consapevole” fa riferimento agli obiettivi del Programma 2021-2030 sulla sicurezza stradale della Commissione europea, del Piano nazionale della sicurezza stradale – Orizzonte 2030 e del Piano regionale integrato dei Trasporti della Regione Emilia-Romagna, in particolare per l’area “Sicurezza dell'utenza stradale”.

La sicurezza dell'utenza stradale - velocità, guida in stato non alterato dall'assunzione di alcol e sostanze stupefacenti, guida senza distrazioni, utilizzo di cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per i bambini, utilizzo del casco -rappresenta un pilastro per la prevenzione e la riduzione dei decessi e delle lesioni gravi in caso di incidenti.

L'attenzione alla sensibilizzazione e all'istruzione in generale, il rilascio delle patenti di guida, l'istruzione mirata e la sensibilizzazione, sostenute da regimi di conformità e controllo solidi e continui, sono tutti aspetti di estrema importanza per dotare gli utenti della strada della capacità e della volontà di utilizzare le strade e i veicoli in modo sicuro.

Gli spot

Entrambi gli spot utilizzano un linguaggio ironico e una narrativa che naviga tra realtà e finzione, lanciando un messaggio chiaro sull’importanza di rimanere se stessi, di non oltrepassare quella linea sottile in cui un valore positivo in cui la comunità si riconosce, si trasforma in un aspetto non solo pericoloso e illegale, ma anche caricaturale e fuori luogo.
“Veramente ci basta un motore sotto i piedi per perdere la testa? Usiamo la testa, usiamola sempre”. Sono le battute finali, che invitano alla riflessione del primo spot di 30’’ dove la passione per la velocità’ e per i motori fa da sfondo a un messaggio destinato agli utenti di monopattini elettrici.

Le immagini, con voce fuori campo di Sorbi, si aprono su monopattino guidato in modo sempre più spericolato. Le azioni irresponsabili del monopattinista (impersonato da Sorbi) crescono di ritmo e intensità fino a interrompersi bruscamente con l’incidente, rappresentato dall’impatto con un pedone, ormai inevitabile. Infine, le immagini del monopattino a terra precedono la call to action del presidente dell’Osservatorio regionale Sorbi, che tornato alla sua identità istituzionale, si rivolge agli utenti della strada.

Il secondo spot, sempre di 30’’, ha come oggetto la distrazione. Qui le immagini riprendono un attore che scatta con il telefono una fotografia a una scena di strada e la invia a un amico (Sorbi alla guida di un’automobile).
Il suo sguardo lascia la strada per aprire il messaggio e osservare la fotografia e quando torna a guardare la strada l’incidente è inevitabile. Anche qui Mauro Sorbi, tornato nel proprio ruolo istituzionale di presidente si rivolge al pubblico per la call to action. “Ogni anno nella nostra regione ci sono moltissimi incidenti dovuti a distrazione. Alla guida usiamo la testa, usiamola sempre”.

I messaggi radiofonici

I messaggi radiofonici ripropongono i contenuti dei video, con l’utilizzo di effetti sonori per creare le immagini della velocità, del rischio per le persone e dell’incidente finale, come nel primo caso con i monopattini, e analogamente per lo spot sulla distrazione. Anche qui il presidente dell’Osservatorio Sorbi è voce fuori campo, protagonista dell’azione negativa e voce istituzionale che lancia la call action.

I due spot verranno tramessi su 16 emittenti televisive e 11 radiofoniche , con 2.700 passaggi: quelli audio (1 volta al giorno per ciascuno) dal 24 giugno al 12 agosto, gli spot video (1 volta al giorno per ciascuno) dal 24 giugno al 15 luglio e dal 15 settembre al 12 ottobre. A questi si aggiungono i passaggi su LepidaTV , sul canale digitale terrestre 114, almeno 3 volte al giorno, nel periodo dal 24 giugno a fine dicembre.

La campagna “#Guida e Basta: no alla distrazione al volante!”

La campagna che si avvale anche degli spot prevede tre serate di spettacolo, con la partnership di Anas: a Cattolica il 24 luglio  (in piazza Primo Maggio), a Rimini il 7 agosto  (presso Rotonda Piazzale Fellini-Marina Centro) e ad Imola il 1^ settembre  (in piazza Matteotti), alla presenza dell’assessore Andrea Corsini  e del presidente dell’Osservatorio regionale per l’educazione e la sicurezza stradale, Mauro Sorbi .
Ospite d’onore di “Guida e Basta" nella prima serata sarà Ron. Il cantautore celebra quest’anno i 50 anni di carriera in un ampio tour accompagnato da un trio di grandi musicisti. Sul palco Irene Grandi, Dolcenera, Sandy Marton, Paolo Belli e la sua Big Band, l’Orchestra Casadei, Marco Ligabue e Band, Filippo Graziani, i Gemelli Diversi, alcuni protagonisti di Zelig, Gianluca Impastato, Maria Pia Timo, Davide Dal Fiume e Marco Dondarini, e i finalisti dei contest di Anas, Gero Riggio, e “Tu si Que Vales” e Tale e quale show, Antonio Mezzancella.
A condurre le serate, a partire dalle 21, ci saranno Marco Senise, di Canale 5 e Sofia Bruscoli, di Rai2.
Le serate di spettacolo saranno precedute dalla diffusione di video promozionali con la presenza degli artisti che saliranno sul palco.

Gli spettacoli

Cattolica, 24 luglio 2022
(Piazza Primo Maggio)

-Ron
-Filippo Graziani
-Orchestra Casadei
-Gianluca Impastato (Zelig)
-Gero Riggio (finalista Contest Anas)

Rimini, 7 agosto 2022
(Rotonda Piazzale Fellini- Marina Centro)

-Paolo Belli e la Big Band
-Sandy Marton
-Dolce Nera
-Maria Pia Timo (Zelig)-Davide Dal Fiume e Marco Dondarini (Zelig)

Imola 1^ settembre 2022
(Piazza Matteotti)

-Irene Grandi
-Gemelli Diversi
-Marco Ligabue e Band
-Gero Riggio (finalista Contest Anas)
-Antonio Mezzancella (Tu si Que Vales , Tale e quale show)

 

Servizi per fasce d'età e di interesse

 
 

Come fare per

 
 
Esprimi il tuo parere sulla pagina
 
 
Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative*
Si
No, e ti dico il perchè
 
Dettagli
 
Nome e cognome